Salta al contenuto principale
Antonio Mesina, attaccante, Castiadas
Vittoria dopo mesi per i sarrabesi, doppietta del bomber

Il Castiadas scaccia l'incubo, Mesina punisce una Torres sprecona

Esulta il Castiadas che applica la più antica legge del calcio: "vince chi la butta dentro". Piange la Torres che prova sulla propria pelle un'altra legge del football: "gol sbagliato e gol subito". E i sassaresi ne hanno falliti almeno quattro, più il palo colpito da Sarritzu, in un primo tempo ben giocato dalla squadra di Sanna sia con l'inedito modulo a due punte e i tre in difesa e sia con il tridente ripristinato per l'infortunio di Minutolo e l'ingresso di Spinola. E già prima del riposo, col sinistro ravvicinato di Fè deviato in angolo da Cancelli, si era percepito che i sarrabesi erano pronti a colpire in qualsiasi momento. Ciò che è avvenuto ad inizio ripresa, nel giro di 4', con la doppietta del bomber Mesina che ha reso impossibile ai rossoblù di portare a casa un risultato positivo anche per le paratone di Forzati (bellissime quelle su Lauria e Spinola) che nulla ha potuto sul tap-in di Lazazzera a 8' dal termine. Scaccia l'incubo la squadra di Puccica che vince dopo 9 turni e diventa quart'ultima a quota 21 per gli scontri diretti, vedendo la salvezza diretta a 5 punti. Sconsolato mister Sanna e i suoi giocatori alla terza sconfitta di fila, la quarta nelle ultime cinque giornate. 

 

La gara. Puccica deve rinunciare a Carrus, oltre a Boi, Cordeddu e i fuoriquota Sau e Sarritzu, e manda in panchina anche Milani per un risentimento muscolare, perciò in difesa - davanti al portiere Forzati - ci sono Pinna, Carboni, Capone e Costa, a centrocampo Daniel Manca, Proto, Aiana e Fè, in avanti Mesina e Figos. Sanna cambia modulo e a protezione di Cancelli schiera una difesa a tre con Peana, Minutolo e Lazazzera, esterni Bilea e Pinna, in mediana Bianco, Lauria e Piga, davanti l'esordiente De Carolis con Sarritzu, in panchina vanno Spinola e Camilli. La Torres parte forte e apre subito le danze con l'ex Sarritzu, che entra in area da destra, punta e salta Costa per poi sferrare un siluro mancino sul primo palo che Forzati alza sopra la traversa a guantoni aperti. Al 7' Bilea conclude una buona discesa a destra con una conclusione in corsa fuori misura. La Torres mantiene il pallino del gioco e al 15' sfiora il vantaggio: Peana verticalizza per Bilea che crossa da destra, Sarritzu anticipa l'uscita sottoporta di Forzati ma la palla sbatte sul palo, viene raccolta ancora di Bilea che la schiaccia verso Sarritzu la cui girata di testa viene deviata in angolo da Forzati che copriva bene il primo palo. Il Castiadas fatica ad arginare i rossoblù. Al 18' Peana pesca in profondità Sarritzu, che entra in area e cerca De Carolis ma Carboni capisce tutto e sventa. Primo guaio per mister Sanna con Minutolo, lussazione al gomito. Si scalda Spinola ma il difensore calabrese si fa medicare e tornerà in campo. Con l'uomo in meno la Torres manda ugualmente al tiro De Carolis, sinistro incrociato al 20' alto sulla traversa. I sassaresi premono, al 28' Sarritzu conquista un angolo, dalla bandierina Piga pesca in area De Carolis che si esibisce in una spettacolare semi-rovesciata poi tradottasi in un assist per Minutolo che sbaglia incredibilmente il tocco da posizione invitante. Al 30' il difensore lascia il terreno di gioco per Spinola, la difesa passa a quattro e torna il tridente. Subito Sarritzu viene trovato da un lungo lancio di Peana, Capone sbaglia intervento e favorisce l'ex di turno che appoggia a centroarea per De Carolis che in "estirada" manda clamorosamente a lato. I padroni di casa provano ad alzare il proprio baricentro, al 33' Spinola sbaglia l'ultimo tocco per De Carolis vanificando un contropiede molto interessante. Ancora De Carolis, buono l'esordio per l'ex Vibonese, a chiamare Forzati alla super parata al 43' con una girata dal limite che il portiere di Latina manda in angolo con un bel tuffo. In pieno recupero il Castiadas si rende per la prima volta pericoloso con Fè che fa sfilare la palla in area e poi conclude a botta sicura col sinistro, Cancelli salva deviando in angolo. Si va al riposo conclusi i 3' di recupero.

La ripresa si apre con un colpo di testa di De Carolis, su assist di Spinola, facile preda di Forzati. La gara si sblocca al 4', tutto nasce da un'azione in percussione di Spinola che cerca Sarritzu con un passaggio filtrante, Costa legge la traiettoria e blocca tutto, poi alza la testa e sventaglia da 40 metri per la corsa di Mesina che sorprende sullo scatto Lazazzera, resiste al ritorno di Pinna e in diagonale batte Cancelli che tocca ma non evita che la palla rotoli in porta. Al 7' potrebbe colpire Capone pescato sul secondo palo da Aiana, il difensore ex Pianese schiaccia bene ma Cancelli ribatte coi piedi. Il duetto si ripete al 10', l'ex Arzachena batte una punizione mandando palla in area per Capone, strattonato e messo giù da Peana, l'arbitro Croce di  Novara indica il dischetto e Mesina trasforma per il 13esimo gol in campionato. Micidiale uno-due del Castiadas e il morale della Torres finisce sotto i tacchi. Al 17' Bianco procura una punizione dal fondo, Sarritzu batte il corner corto trovando la sponda di Piga per Peana sul palo opposto, il difensore appoggia fuori di testa. Sanna manda in campo Camilli per Piga, la Torres si sistema col 4-2-4 a trazione iperoffensiva. Al 23' ci prova Spinola con una girata in area deviata col corpo da Pinna. Passa 1' e Lauria esalta Forzati con un destro potente dai 16 metri che il portiere ex Tonara devia distendendosi in tuffo. Identica parata al 29' sulla punizione di Spinola. Dopo tanto penare il gol rossoblù arriva al 37': Lauria batte una punizione dalla linea di centrocampo, sponda di Camilli per Sarritzu che si libera al tiro con un dribbling, destro angolato sul quale ancora Forzati ci mette la mano ma nulla può sul tap-in di Lazazzera. La Torres crede nella rimonta e schiaccia il Castiadas, Figos fa il difensore aggiunto con Mesina pronto a pungere di rimessa, come al 41' quando riceve la verticalizzazione di Fè, entra in area da sinistra e prova il tocco di precisione ma allarga troppo il piatto e la palla finisce a lato. Negli ultimi minuti entra Milani per Figos, la Torres attacca in modo confuso, le palle alte sono preda di Forzati che blinda il risultato. Il Castidas torna al successo dopo due mesi, il primo all'Annunziata per Puccica che aveva esordito battendo la Flaminia ma a Muravera. Per la Torres l'umore è nero perché l'enorme produzione di occasioni non ha portato nemmeno un punto. Le due squadre si ritrovano insieme a quota 21 coi sarrabesi che hanno guadagnato su tutte le avversarie riaccendendo la propria corsa salvezza.

 

CASTIADAS: Forzati, A. Pinna, Fè, Carboni, Capone, Costa, D. Manca, Proto, Mesina, Aiana, Figos (46' st Milani). A disp. Idrissi, N. Manca, M. Pinna, Moi, Melis, Mela, Cochis, Camba. All. Rosolino Puccica.

TORRES: Cancelli, Peana (33' st Briukhov), R. Pinna, Lazazzera, Lauria, Minutolo (30' pt Spinola), Sarritzu, Piga (18' st Camilli), De Carolis, Bianco, Bilea. A disp. Tsoulfas, Piriottu, Valerio, D’Alessandro, Salata, Saba. All. Marco Sanna

ARBITRO: Croce di Novara.

RETI: 4' st Mesina, 10' st Mesina (rig), 37' st Lazazzera.

NOTE: Ammoniti: De Carolis, Capone, Peana, A. Pinna, Sarritzu, Bilea, Cancelli, Lazazzera. Recupero: 3' + 3'. Spettatori: 100 circa.

In questo articolo
Squadre:
Giocatori:
Campionato:
Stagione:
2018/2019
Tags:
24ª giornata