Salta al contenuto principale
Stefano Udassi, allenatore, Latte Dolce
«Col Ladispoli è difficile, rispettiamo ogni avversario»

Il Latte Dolce promette battaglia per il primo posto, Udassi: «Ci giocheremo tutte la carte fino in fondo»

Il pareggio di Latina è stato un buon risultato per il Latte Dolce anche se ha fatto perdere una posizione ai sassaresi, superati nuovamente dal Trastevere, e portato la capolista Lanusei avanti di 4 punti. I biancocelesti ora tornano sull'erba del Vanni Sanna (domenica, ore 15) per ospitare un Ladispoli impelagato in zona playout e con 25 punti di differenza ma pur sempre un avversario da affrontare con attenzione per evitare di trasformare una potenziale insidia in una vera e propria trappola.

 

Il tecnico Stefano Udassi è fiducioso dopo la settimana di lavoro ma mette in guardia tutti: «I ragazzi stanno bene, ho visto negli allenamenti tanta concentrazione, intensità e ritmo, esattamente quello che ci servirà domenica, perché con il Ladispoli sarà una gara dura e difficile contro una squadra che si deve salvare ed è assetata di punti. Noi ci stiamo preparando con il solito piglio, consci del fatto che la prossima è una di quelle partite che possono nascondere delle insidie se non la affronti con la giusta mentalità. Ma questo i miei ragazzi lo sanno: nel percorso che stiamo facendo il gruppo ha dato prova di grande umiltà, aspetto che è fondamentale, rispettando sempre tutte le squadre avversarie, piccole o grandi che fossero. La forza di una grande squadra è anche questa, sapere affrontare con la giusta determinazione ogni avversario a prescindere dalla classifica. La squadra ha la giusta mentalità, ha piena consapevolezza di quale sia l'importanza di ogni singola partita, di quella che andremo a giocare domenica». L'ex tecnico dello Stintino spiega il segreto del gruppo: «È nel dna di questa squadra, tutti si sentono parte di questo gruppo e quando vengono chiamati in causa, perché tutti sanno perfettamente che possono essere chiamati in causa, si fanno trovare pronti perché si allenano tutti sempre con grande intensità. Questa è una grande fortuna, perché so di poter contare su tutti, e so che tutti pur se con caratteristiche diverse mettono tutto ciò che hanno, talento compreso, a disposizione della squadra in campo».

 

Il Latte Dolce è a 4 punti dalla vetta in un girone che riserva insidie in tutti i campi: «L'Anzio due domeniche fa, ad un quarto d'ora dalla fine, vinceva ad Avellino e poi ha battuto l'Atletico, una delle formazioni più toste del girone. La Lupa ha di nuovo agganciato il treno dei playout, noi li abbiamo testati a Roma e posso dire che giocano a calcio e hanno individualità importanti. Insomma, c'è sempre da fare battaglia sportiva per portare a casa o mettere in cassa quanti più punti possibile. Devi sudartela, sempre, perché puoi vincere con tutti e lasciarci le penne con tutti. A maggior ragione il plauso va di nuovo ai miei ragazzi, che hanno interpretato ogni gara disputata con grande attenzione, concentrazione e abnegazione, con l'obiettivo di portare a casa un risultato positivo con abnegazione e onorando la maglia. Ma il lavoro non è finito, noi siamo tutti pronti, dallo staff tecnico a quello medico, passando per i giocatori e i dirigenti, a giocarci tutte le carte a nostra disposizione. Tutte, sino in fondo». 

In questo articolo
Squadre:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2018/2019
Tags:
24ª giornata