Salta al contenuto principale
Arzachena
Schiavi e Buzzegoli in gol nella ripresa, per gli smeraldini è l'11° ko esterno

L'Arzachena non colpisce con Sanna e Cecconi nei primi 20' e si arrende all'uno-due del Novara

Niente da fare nemmeno all'11esima uscita in trasferta. Per l'Arzachena arriva anche a Novara la solita sentenza, una sconfitta maturata nella ripresa dopo un primo tempo in cui la squadra di Giorico ha sfiorato la marcatura nei primi 20' con Sanna e Cecconi sui quali il portiere Di Gregorio è stato decisivo specie sul primo dei due attaccanti. Nella ripresa gli smeraldini hanno visto scivolar via la gara nel giro di 6' con le reti di Schiavi e Buzzegoli. La reazione biancoverde è nel sinistro dal limite dell'area di Cecconi che chiama in causa Di Gregorio in quella che risulterà essere l'unica parata del portiere piemontese nella ripresa. Gli azzurri di Viali sono alla terza vittoria di fila e il 14esimo risultato utile di fila in campionato mentre le sconfitte consecutive degli smeraldini diventano cinque.

 

La gara. La prima occasione del match è del Novara, al 10’, con il tiro di Schiavi respinto da Arboleda al limite dell'area piccola dopo che la conclusione di Gonzalez, col sinistro, aveva colpito La Rosa. La risposta dell’Arzachena è importante. Al 14' va vicino al gol con Sanna che vince un rimpallo al limite dell'area e, di fronte a Di Gregorio, calcia con l'esterno destro centrando il portiere in uscita bassa. Al 19’ è l'altro attaccante smeraldino, Cecconi, ad anticipare Tartaglia sul cross di Pandolfi dalla destra ma è ancora Di Gregorio a dire di no sollevando la palla sopra la traversa. Superata la mezz'ora il Novara va a segno con la punizione laterale calciata da Buzzegoli, la palla attraversa tutta l'area con un possibile tocco di Schiavi che inganna Ruzittu. Non si capisce se l'argentino tocchi la palla ma quanto meno la sua posizione attiva disturba il possibile intervento del portiere smeraldino.

Nella ripresa Viali si presenta con Sbraga al posto di Cinaglia ma ciò che cambia è il passo degli azzurri che accelerano e non danno scampo all'Arzachena. Al 3', mischia in area ospite sul corner di Buzzegoli, Bove fa la sponda per Gonzalez che appoggia per Sciuadone ma il tiro del centrocampista azzurro colpisce Moi e, sulla ribattuta, calcia altissimo. Al 10' arriva il vantaggio del Novara con Sciuadone che trova Schiavi in area, l'argentino anticipa l'intervento di Pandolfi e insacca con un colpo di testa. Passano 6' e arriva il raddoppio: Cacia lascia sul posto La Rosa sulla destra, crosso per Gonzalez anticipato da Moi, la palla è raccolta da Buzzegoli che manda la sfera all'incrocio con un preciso sinistro. L'Arzachena reagisce con Cecconi che, al 18', libera il sinistro dal limite dell'area ma Di Gregorio va a terra e blocca. Viali fa un doppio cambio mentre la squadra di Giorico prova ad alzare i ritmi. Al 26' Casini, su velo in area di Sanna, non calcia col destro e appoggia per Trillò, il cui destro viene respinto da Tartaglia. Entra Ruzzittu per Sanna ma il Novara controlla il resto della gara non permettendo ai biancoverdi di rientrare in partita.

 

NOVARA: Di Gregorio; Cinaglia (1’ st Sbraga), Tartaglia, Bove, Visconti; Sciaudone, Buzzegoli (44’ st Fonseca), Mallamo (19’ st Nardi); Gonzalez (19’ st Eusepi), Schiavi; Cacia (35’ st Stoppa). A disp. Benedettini, Drago, Ronaldo, Cordea, Kyeremateng. All. William Viali.

ARZACHENA: Ruzittu; Baldan, Moi, La Rosa; Arboleda, Pandolfi, Bonacquisti, Casini, Trillò; Sanna (33’ st Ruzzittu), Cecconi. A disp. Carta, Pini, Gatto, Onofri, Porcheddu, Manca, Diop. All. Mauro Giorico.

ARBITRO: Kumara di Verona.

RETI: 10’ st Schiavi, 16’ st Buzzegoli.

NOTE: Ammoniti: Moi, Stoppa. Recupero: 1’ + 3’. Spettatori 2.600 circa.

In questo articolo
Squadre:
Campionato:
Stagione:
2018/2019
Tags:
22ª giornata