Salta al contenuto principale
L'Arzachena si tiene il punto col Lanusei ma ora vuole battere l'Olbia, Rossi: «Il derby si carica da solo, stiamo facendo un grande campionato e faremo di tutto per entrare nei playoff»
Il difensore: «Rischiato di perdere, un buon 0-0»

L'Arzachena si tiene il punto col Lanusei ma ora vuole battere l'Olbia, Rossi: «Il derby si carica da solo, stiamo facendo un grande campionato e faremo di tutto per entrare nei playoff»

Ci sperava e ci credeva ma poi sabato si è dovuta accontentare di un pareggio a reti inviolate nel derby. L'Arzachena puntava a rientrare nei playoff sfruttando il recupero in casa contro il Lanusei ma la garasi è rivelata più dura del previsto per il forte vento, che non ha permesso di giocare, e per la tenuta degli ogliastrini, che hanno sfiorato il gol nel primo tempo in tre occasioni e all'ultimo assalto quando gli smeraldini erano rimasti in nove uomini per le espulsioni di Manzini e Fideli. Fabio Rossi, perno della difesa biancoverde, si tiene stretto il punto: «Alla vigilia tutti volevamo vincere, però per come si è messa la partita, rimanendo in nove e contro un Lanusei affamato di punti per uscire dalla zona calda, un pareggio va bene».

Fabio Rossi è alla sesta stagione ad Arzachena, quinta di fila Non solo l'assenza di Branicki in attacco ma anche le condizioni meteo hanno bloccato la squadra di Giorico per 45'. «Il vento ha giocato un ruolo importante - osserva il difensore toscano classe 1984 - perché rendeva difficile uscire dalla nostra metà campo, calciavamo avanti ma la palla tornava indietro. Nella ripresa invece il vento è un po' calato però abbiamo provato a spingere e giocato di più, creando qualche occasione che non abbiamo saputo concretizzare, senza mai rischiare niente se non nell'ultima azione quando eravamo in nove e abbiamo rischiato di perdere. Il Biagio Pirina è stato il nostro fortino che ci ha permesso di fare tantissimi punti, il derby fa dare sempre qualcosa di più e nel Lanusei c'erano degli ex come Delrio, Figos e Angheleddu che tenevamo particolarmente a fare più bella figura».

 

Sempre concentrato e puntuale negli anticipi, Rossi ha ingaggiato un bel duello con l'ex compagno Figos: «Alessio è un bravo ragazzo ma in campo l'amicizia è stata messa da parte, lui è un ottimo giocatore e lo sta dimostrando anche a Lanusei. Poi è stato bravo a spizzare una palla, su punizione, cambiando la traiettoria e non sono riuscito a buttarla dentro». Ora l'obiettivo-vittoria si è spostato al prossimo turno quando al Biagio Pirina arriva l'Olbia: «Se avessimo vinto ci saremmo riportati davanti a Olbia e Torres, che ha pareggiato in casa dell'Astrea a testimonianza del fatto che nessuno regala niente. Adesso sta a noi nel derby, in una partita che si carica da sola, fare il più possibile per portare a casa i tre punti. Siamo lì ad un punto dalla zona playoff, il nostro nuovo obiettivo, vediamo come andrà». 

Fabio Rossi e Alessio FigosL'Arzachena vuole mantenere fede al suo bel campionato che l'ha vista in testa, da sola e in compagnia, dalla 9ª alla 17ª giornata: «All'inizio l'obiettivo era una salvezza tranquilla, poi gara dopo gara siamo stati su e abbiamo pensato che probabilmente ce lo meritavamo. Il campo ha detto che non abbiamo nente di meno delle nostre avversarie, infatti siamo stati sempre lì, ora abbiamo un leggero calo dovuto a qualche episodio sfavorevole in alcune partite ma stiamo facendo un grande campionato e, in queste ultime partite, faremo di tutto per entrare nei playoff. Per il 32enne di Pietrasanta, da sei stagioni in Gallura e sposato con un'arzachenese, una stagione iniziata ad inseguire un posto in squadra nei primi mesi e poi a dare il corposo contributo quando sono mancati per infortunio o squalifica Boi e Brack: «Il mio è un campionato un po' diverso dagli anni scorsi, ho iniziato in ritardo per motivi di lavoro, sono stato più indietro nella preparazione, piano piano ho però raggiunto la condizione e, quando sono stato chiamato in causa, ho risposto presente. Questa per me è la cosa più importante, poi sta al mister fare le valutazioni su chi deve giocare».

In questo articolo
Squadre:
Campionato:
Stagione:
2015/2016
Tags:
Sardegna
10 Ritorno
Girone G