Salta al contenuto principale
Matteo Prandelli, attaccante
Gran lavoro del ds Oggianu, rinforzati tutti i reparti

San Teodoro scatenato, un bel tris di arrivi: il difensore Orchi, il regista Gavioli e la punta Prandelli

Il San Teodoro cala un tris di acquisti davvero importante. Tanto lavoro per il diesse Edoardo Oggianu che ha piazzato un innesto per reparto. In difesa è stato prelevato dal Rieti Alessandro Orchi (1993), per il centrocampo c'è l'arrivo dai "cugini" del Budoni di Riccardo Gavioli (1983) e per l'attacco il colpaccio è Matteo Prandelli (1988), svincolato dalla Flaminia e oggi in viola dopo la firma. Tre arrivi di valore sui quali il tecnico Tomaso Tatti farà affidamento per la gara di domani contro la capolista Rieti ma, soprattutto, indicano la voglia del club del presidente Bacciu di conservare la categoria.

 

Per Alessandro Orchi si tratta di affrontare subito il match da ex, il 23enne cresciuto nelle giovanili della Roma era arrivato in amaranto-celeste a metà settembre e ha collezionato 6 presenze. Con l'acquisto dell'esperto centrale Nicola Di Bari, la capolista aveva dei giocatori in esubero nel reparto arretrato. Dopo l'esperienza in giallorosso il difensore originario di Civitavecchia è passato nei professionisti con il Catanzaro, in serie C1, e nel biennio tra il 2012 e il 2014 colleziona in tutto 18 presenze. A metà stagione poi si trasferisce in prestito all'Aprilia (C2) e colleziona altre 14 presenze segnando 2 gol. Al termine del campionato rientra a Catanzaro fino al termine della scorsa stagione. Per la prima volta disputa un campionato di serie D.

Riccardo Gavioli, invece, ritrova la serie D dopo due stagioni e mezza. Il regista mancino classe 1983, nel 2013-14 aveva ottenuto la salvezza ai playout con il Budoni e lasciò i biancoblù per problemi di lavoro dopo tre campionati e mezzo proveniente dalla Nuorese. Negli ultimi due campionati ha giocato in Promozione nello Sporting Siniscola, poi in estate la chiamata del Budoni di Cerbone appena retrocesso in Eccellenza e il ritorno a ottimi livelli di rendimento al punto da portare il San Teodoro a trovare nel 33enne ex Primavera del Cagliari il sostituto in cabina di regia di Alessandro Steri passato al L'Aquila.

Con Matteo Prandelli i viola trovano una prima punta di peso capace di fare reparto da solo. In carriera ha avuto diversi infortuni che ne hanno penalizzato il rendimento sottoporta, due anni fa nell'Olimpia Colligiana però fece una grandissima partenza con 9 reti in 10 gare prima di finire ai box per oltre un mese chiudendo a quota 12. Nella stagione precedente non andò tanto bene col Sansepolcro per metà campionato ma poi fece 5 gol in 13 gare nella Castellana. Il 28enne bresciano, soltanto omonimo dell'ex ct della Nazionale, l'anno scorso arrivò ai civitonici a dicembre, proveniente dalla Sambenedettese, e contribuì alla salvezza con 7 reti in 14 presenze. In carriera ha giocato all'estero in Belgio con il Visé (serie B) e in Albania con il Kukesi (serie A). Rientra sicuramente tra le punte del girone più temute dalle difese avversarie per il suo modo fisico di interpretare il ruolo ma anche la grande capacità di fare sponda o tenere palla per far salire la squadra. Del suo arrivo ne beneficerà Christian Ibba, costretto spesso a giocare come prima punta, ma anche l'altro nuovo arrivato Marco Puntoriere, attaccante tecnicamente molto valido.

In questo articolo
Squadre:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2016/2017
Tags:
17 Andata