Salta al contenuto principale
Roberto Fresu, presidente, Latte Dolce

Latte Dolce, col Monterosi arriverà la salvezza? Fresu: «Gara difficile ma vogliamo il punto che ci permetta di gioire per l'impresa compiuta»

Il Latte Dolce torna in campo dopo aver trascorso una Pasqua serena, condita dai tre punti incassati per la gara non giocata con il Foligno che si sommano agli tre in casa del Trestina. I sassaresi sono sestultimi ma vicinissimi al traguardo salvezza che potrebbe arrivare per eccesso di distacco rispetto alla terzultima. Il margine potrebbe diventare incolmabile nel caso in cui i biancocelesti di Massimiliano Paba facciano punti nella trasferta di Monterosi oppure che Muravera e Torres non vincano rispettivamente contro Rieti e Flaminia.

Il presidente Roberto Fresu inquadra la difficile gara contro i viterbesi vice-capolista ad un punto dall'Arzachena: «Chiaro che i ragazzi andranno a Monterosi determinati ad affrontare la gara come già fatto in occasione della gara giocata e vinta contro il Trestina. Scenderemo in campo per fare la nostra partita, per provare a fare bene e prendere almeno un punto. Loro sono lanciatissimi nella corsa alla vittoria del campionato e non troveremo un avversario disposto a scansarsi, tutt'altro. Noi abbiamo qualche problema di assenze fra infortuni e squalifiche, però si va lì a fare la nostra partita, frase fatta ma sempre valida, e poi si vedrà». Con un orecchio teso sugli altri campi. «La salvezza vogliamo centrarla e cementarla noi con le nostre prestazioni - continua il massimo dirigente dei sassaresi - ma potrebbe dipendere anche dai risultati. Anche perdendo potremmo essere salvi matematicamente, ma non dobbiamo affidarci a questo calcolo, dobbiamo giocare. Dovremo fare i conti solo con noi stessi, la conferma della serie D è a un passo, ma è giusto che la mentalità messa in campo sia la stessa  portata avanti sino adesso. Veniamo dalla storica vittoria del campionato di Eccellenza, meritata e sofferta. Quest'anno ci siamo confrontati con un mondo diverso, complicato, abbiamo avuto dei problemi di infortuni, trovato avversari spigolosi: nessuno mai ci ha regalato un punto, qualcuno lo abbiamo lasciato noi per strada. Sudando e soffrendo per ogni risultato regalato alla nostra classifica». In casa Latte Dolce la fiducia per la gara a Monterosi è alta e i biancocelesti non vogliono partire battuti. «Non ci sono gare scontate - chiosa Fresu - l'insidia è dietro l'angolo ed è meglio non fidarsi. Se strapperemo un pareggio sarà tanto di guadagnato, di più ancora qualora dovesse arrivare una vittoria. A Rieti, d'altra parte, abbiamo vinto e non è impossibile ripetere l'impresa: nulla è scontato in questa stagione». Il 30 aprile ci sarà il congedo dai propri tifosi con un altro avversario in corsa per la Lega Pro: «Contro il Rieti chiederò ai ragazzi di disputare una grande partita davanti al nostro pubblico lasciando un buon ricordo di questa che ci auguriamo tutti possa essere una storica annata da incorniciare. Ora pensiamo al Monterosi, al 90' guardiamo la classifica sperando di aver aggiunto almeno un punto che possa permetterci di scatenare la gioia per l'impresa compiuta».

In questo articolo
Campionato:
Stagione:
2016/2017
Tags:
15 Ritorno
Girone G

Archivio articoli in evidenza