Salta al contenuto principale
Alberto Usai, centrocampista, Ferrini
Pinna: «Budget basso ma combatteremo con altre armi»

Ferrini, stessa squadra e stessi obiettivi, Caddeo: «Salvezza e valorizzazione dei giovani. Crediamo nel tecnico e nel valore dei ragazzi»

Nel segno della continuità e all'insegna dei principi che governano da sempre la Ferrini. Il club presieduto da Pietro Caddeo ha dapprima confermato il tecnico della salvezza Sebastiano Pinna e poi ha proceduto alla conferma del blocco squadra che dovrà puntare alla permanenza nella serie A del calcio sardo. Si riparte, dunque, da capitan Alessandro Bonu, prezioso elemento della difesa cagliaritana insieme con Daniele Piselli, i centrocampisti Marco Aresu, Andrea Sigismondo e Alberto Usai, gli attaccanti Fabio Argiolas, Gianluca Podda, Gianluca Mainas e il portiere Enrico Galasso. Dalla prossima stagione sono da considerare "senior" anche i '98 Matteo e Nicola Argiolas, esterno offensivo e difensore, che continuano il loro percorso alla Ferrini mentre sono in corso le trattative con il difensore Jah Abib. A questi riconfermati vanno aggiunti gli altri fuoriquota più utilizzati nello scorso campionato come Luigi Cuccu (1999), Riccardo Simoni (2000), Nicola Pilloni (2000), Luca Mudu (2001) e Marco Sanna (2001) con l'inserimento nel gruppo della prima di diversi Allievi classe 2002 che hanno ben figurato sotto la guida di Davide Canosa sia in campionato che nei tornei estivi più importanti. 

 

Sono in uscita il centrocampista d'ordine Matteo Balistreri (1999) e il portiere Andrea Tronci (1998), che hanno espresso la volontà di trovare maggior impiego e hanno richieste da parte di club di Eccellenza e Promozione. Potrebbe lasciare la Ferrini anche il difensore Claudio Fiori (1997). Al momento non sono previsti acquisti di calciatori "over" come conferma il presidente Pietro Caddeo: «Abbiamo puntato sulla riconferma di tutti i "grandi" della rosa dell'anno scorso, perché crediamo nel loro valore e volevamo dare una continuità al bel lavoro fatto da Sebastiano Pinna che, in campo, si è tradotto con l'acquisizione della salvezza. L'allenatore è contento dei ragazzi che ha a disposizione e noi siamo contenti del suo operato improntato alla continua  crescita dei nostri giovani che devono essere di supporto alla prima squadra». Le novità riguardano la nomina di Nicola Sanna, già collaboratore tecnico di Pinna da diversi anni, alla guida della Juniores mentre il preparatore portiere è Michele Antinori che ha chiuso la stagione con noi dopo i problemi lavorativi di Marco Cinus. Non cambiano gli obiettivi della Ferrini. «Una salvezza soffrendo molto meno rispetto allo scorso anno - dice Caddeo - con la valorizzazione del nostro vivaio. Noi siamo contenti quando vediamo esordire un ragazzo delle giovanili. Diversi 2002 saranno infatti aggregati alla prima squadra». 

 

 

Sebastiano Pinna è già carico anche perché può impostare il proprio lavoro dalla preparazione dopo essere giunto in corsa a rimediare ad una situazione di classifica preoccupante, specialmente come trend negativo. «Ho grande entusiasmo di iniziare per riabbracciare i "vecchi" del gruppo e i nuovi giovani che si affacciano per la prima volta in prima squadra. Metteremo delle cose nuove nel lavoro fatto lo scorso anno mantenendo vive le nostre motivazioni. Sono in linea coi programmi della società, la nostra sfida dev'essere quella di lavorare coi nostri giovani e col materiale che abbiamo in casa, rientrando in un budget che è molto basso per la categoria. La nostra vittoria del campionato sarà lasciare dietro tre squadre, in un campionato in cui non possiamo competere per valori assoluti con il budget ma combattendo con altre armi. Dico che in modo realistico ci sarà ancora da soffrire, ci sono squadre in Eccellenza dalle alte tradizioni ma non ci fasciamo di certa la testa. Saremo pronti per battagliare con l'intento di raggiungere quanto prima la salvezza».

In questo articolo
Campionato:
Stagione:
2018/2019