Salta al contenuto principale
Massimo Camilli, attaccante, Lanusei
La Gorga evita guai, finale in sofferenza per i rossi a Masia e Ladu

Il Lanusei riemerge dalla palude: batte l'Anzio con Camilli, stacca il San Teodoro e supera il Tortolì

Non una gara da giocare ma uno scontro diretto da vincere. Così ha fatto il Lanusei che ha piegato l'Anzio con il tiro ravvicinato di Camilli dopo 25', nel resto del match gli ogliastrini hanno poi respinto la reazione dei laziali grazie ad alcuni ottimi interventi di La Gorga, fallito il raddoppio con Oggiano e Pisanu per poi soffrire nel lunghissimo recupero (10') giocato prima in dieci uomini per l'espulsione di Masia e poi in 9 per il rosso a Ladu. Tre punti pesantissimi perché catapultano i biancorossoverdi fuori dalle ultime tre posizioni che, attualmente, portano dritti in Eccellenza. L'Anzio resta in ultima posizione con 14 punti, il San Teodoro viene lasciato a quota 15 e il Tortolì superato e staccato di due punti. 

 

La gara. Graziani, in tribuna per squalifica, recupera La Gorga in porta e rimette Mithra in difesa vista l'assenza di Bonu, in difesa viene abbassato Kovadio con Brack e Cacciotti centrali, a centrocampo ci sono Cavallaro, Pisanu, Demontis e Ladu, in attacco Camilli e Oggiano. Ghirotto si affida ai difensori Paoletti, Lauri e Silvagni davanti al portiere Rizzaro, a centrocampo Funari, Dell'Accio, Ferrari, Papa e Ussia, in attacco Regis e Ricci. Gara ad alta tensione e ogni minimo errore si paga a caro prezzo. La prima situazione di rilievo accade al 21 quando La Gorga anticipa in uscita e devia la palla in corner prima dell'intervento del difensore Silvagni in proiezione offensiva. Passano 4' e il Lanusei passa i vantaggio: Oggiano pesca in area Camilli (nella foto di Giorgio Melis-Lanusei calcio) che controlla la palla e trafigge Rizzaro. Gli anziati reagiscono su palla inattiva: al 28', sugli sviluppi di un angolo, Funari impegna La Gorga, al 43' è l'ex San Teodoro Regis a testare i riflessi del portiere ex Varese. Nella ripresa ancora laziali pericolosi all'8' con il colpo di testa di Regis che La Gorga sventa. Ghirotto cambia Funari e Ussia per Costanzo e Velocci. Graziani risponde in due riprese con gli ingressi di Fatta e poi Masia e Floris. Al 27' La Gorga è bravo a disinnescare l'inserimento in area di Velocci. Poi al Lanusei manca il colpo del ko. Al 33' Oggiano si presenta solo davanti a Rizzaro ma il suo tiro è debole, al 42' gran bordata di Pisanu con palla non lontana dell'incrocio dei pali. Si entra nel recupero e il Lanusei va in sofferenza per l'espulsione di Masia, per di più Kovadio non trova il raddoppio sfiorando il palo con un diagonale e l'arbitro Arena complica le cose con il rosso a Ladu. Poi però è trionfo con il Lanusei che rimette la testa fuori dal sacco. 

 

LANUSEI: La Gorga, Kovadio, Mithra, Pisanu, Brack, Cacciotti, Cavallaro (9' st Fatta), Demontis (19' st Masia), Camilli (19' st Floris), Ladu, Oggiano. A disp. Aiolfi, Usai, Anile, Doukourè, Papini, Mezzapelle. All. Archimede Graziani.

ANZIO 1924: Rizzaro, Funari (9' st Costanzo), Ussia (9' st Velocci), Paoletti (24' st Di Fazio), Silvagni (39' st De Francesco), Lauri, Dell'Accio, Papa (29' st La Terra), Regis, Ferrari, Ricci. A disp. Statello, Magro, Barone, Gentile. All. Marco Ghirotto.

ARBITRO: Alberto Arena di Torre del Greco.

RETI: 25' pt Camilli.

NOTE: Espulsi al 45' st Masia e al 51' st Ladu. Ammoniti: Pisanu, Kovadio, Ussia, Costanzo, Regis. Angoli: 3-5. Spettatori: 200 circa.

In questo articolo
Giocatori:
Campionato:
Stagione:
2017/2018
Tags:
6 Ritorno

Archivio articoli in evidenza