Salta al contenuto principale
Andrea Demontis, centrocampista, Lanusei
Demontis sblocca, Milani pareggia, il capitano decide il derby al 94'

Lanusei al fotofinish, Ladu punisce un coriaceo Castiadas: la capolista risponde a Trastevere e Avellino

Caparbio, ostinato e decisissimo nella sua corsa verso la serie C. Il Lanusei viene a capo di un complicato derby contro il Castiadas risolvendolo ad un minuto dalla fine con la rete di Ladu. Il capitano firma così il sorpasso sulla squadra sarrabese capace, con Milani, di rispondere al vantaggio di Demontis. In entrambe le marcature della capolista c'è lo zampino di Floris, gettato nella mischia da Gardini all'ora di gioco e protagonista con due grandi giocate per gli assist-gol. Gli ogliastrini rispondono alle vittorie di Trastevere e Avellino mantenendo i 10 punti di distacco con una gara in più giocata. I ragazzi di Puccica rimangono all'asciutto dopo una gara di enorme sacrificio che erano riusciti a riportare in equilibrio con il gol di Milani sul quale c'è anche l'insolita complicità di La Gorga. A parziale consolazione per i sarrabesi le concomitanti sconfitte delle avversarie nella corsa-salvezza eccezion fatta per l'Ostiamare. 

 

La gara. Puccica recupera Forzati ma va in panchina e in porta c'è ancora Idrissi coperto dalla linea a quattro formata da Sarritzu, Boi, Capone e Costa, in mediana Carboni e Aiana con Perrotti e Fè sulle fasce,  in avanti Mesina con Milani. Gardini ritrova Kovadio dopo le fatiche del Viareggio e Congiu al rientro dalla squalifica ma per entrambe c'è la panchina, davanti al portiere La Gorga, Bonu, Girasole, Esposito e Carta, a centrocampo Nannini, Ladu e Likaxhiu, in avanti Quatrana, Bernardotto e Demontis. Il Lanusei prova a sbloccarla subito di forza, al 3′ scatto di Bernardotto in duello con Boi, l'attaccante entra in area e calcia col mancino a lato avendo un ridotto specchio di porta. Dall'altra parte Esposito contiene bene gli allunghi di Mesina. Gara bloccata, al 12′ ci prova Likaxhiu con una staffilata dal limite fuori di poco. Il Castiadas ha imparato la lezione impartita dall'Avellino e non scopre la difesa, per il Lanusei non è facile muovere la palla con pericolosità negli spazi intasati. I sarrabesi tentano di sfruttare la palla inattiva con la punizione laterale di Aiana e il tentativo di testa di Capone, nulla da fare. Al 35′ brividi per i tifosi neroverdi quando, sul cross di Carta, Idrissi tenta la presa in uscita ma perde palla, Quatrana stoppa di petto e calcia col destro a porta sguarnita centrando in pieno la schiena di Costa. Al 41′ Lanusei vicino al gol con il destro di Demontis da posizione centrale con palla deviata che finisce in angolo sfiorando il palo alla destra di Idrissi. Reti inviolate al riposo.

La ripresa è aperta con l'occasione per Mesina al 4' che cerca di approfittare dell'indecisione di Esposito e di sinistro prova a superare, senza riuscirci, La Gorga. Mossa di Gardini al 15' quando toglie Quatrana per Floris, il mancino di Tertenia subito protagonista dell'azione del vantaggio biancorossoverde quando al 23', dopo una serie di dribbling serve l'assist a Demontis che entra in area da sinistra e col rasoterra infila Idrissi sul primo palo. Subito dopo ci prova anche Bernardotto ma manca il colpo del ko anche quando Girasole di testa supera Idrissi ma non Fè che evita il raddoppio. Altri cambi, Gardini toglie l'ammonito Girasole per Congiu e riporta in parità le quota con Kovadio al posto di Bonu, Puccica manda dentro Proto. Il Castiadas spinge e al 35' trova il pareggio con il calcio di punizione dai venti metri di Milani sul quale non è esente da colpe La Gorga. L'1-1 non toglie le speranze al Lanusei che spesso ha deciso i suoi match nel finale, così fa anche nel derby quando al penultimo minuto dei 5 di recupero c'è il numero di Floris dalla destra, palla a centroarea per Ladu, che col sinistro manda la palla sotto la traversa. Esplode il comunale di Muravera per ti tifosi di fede ogliastrina. Altro gol pesante sul filo di lana questa volta ad opera del capitano. E il sogno continua. Amarezza sui volti di Mesina e compagni che hanno visto svanire il punto al fotofinish. 

 

CASTIADAS: Idrissi, Sarritzu, Costa, Carboni, Capone, Boi, Perrotti, Aiana (28' st Proto), Mesina, Milani (44' st Menegat), Fe (35' st Carrus). A disp. Forzati, Sau, N. Manca, A. Pinna, Melis, Camba. All. Rosolino Puccica.

LANUSEI: La Gorga, Bonu (27' st Congiu), Carta, Likaxhiu, Girasole (27' st Kovadio), Esposito, Nannini, Demontis, Bernardotto, Ladu, Quatrana (15' st Floris). A disp. Chingari, Righetti, J. Tenkorang, Chiumarulo, Mastromarino, Sicari. All. Aldo Gardini

ARBITRO: Fabio Catani di Fermo.

RETI: 23′ st Demontis, 35′ st Milani, 49′ st Ladu

NOTE: Ammoniti: Milani, Carboni, Aiana, Girasole. Recupero: 0' + 5'. Spettatori: 600 circa.

In questo articolo
Squadre:
Campionato:
Stagione:
2018/2019
Tags:
32ª giornata