Salta al contenuto principale
L'Olbia scappa con Molino ma l'Arzachena la riprende con Sanna, il pari nel derby tiene congelate le posizioni in classifica
Bene i bianchi ma soffrono dopo il rosso a Piredda

L'Olbia scappa con Molino ma l'Arzachena la riprende con Sanna, il pari nel derby tiene congelate le posizioni in classifica

Tutto invariato. Niente sorpasso per l'Arzachena e niente vittoria per l'Olbia, il pareggio serve ai bianchi per riagganciare la Torres al quarto posto e rosicchiare un punto al Grosseto in attesa che si giochi il 30 marzo si giochi il big-match tra Viterbese e Rieti, gli smeraldini restano ad un punto dalla zona playoff e rimandano l'attacco ai sassaresi e ai cugini al turno dopo la pausa di Pasqua. L'1-1 al Biagio Pirina è frutto dell'immediato vantaggio dell'Olbia con Molino pareggiato intorno alla mezzora dall'Arzachena con Sanna. La partita è stata molto valida dal punto di vista agonistico ma anche tecnico con la squadra di Mignani propositiva per oltre un'ora e poi in sofferenza negli ultimi 20' dopo l'espulsione di Piredda per doppia ammonizione.

 

Andrea Sanna, a segno per l'Arzachena, contrastato da CotaliLa gara. Giorico non dispone degli squalificati Manzini e Fideli e dell'infortunato Petrone ma ne recupera quattro rispetto al derby col Lanusei, infatti davanti al portiere Ruzittu gli esterni di difesa sono Atzei e Castaldi, con Brack che torna al centro con Boi, in mezzo al campo Bonacquisti con Illario e La Rosa mentre Oggiano dà una mano al duo d'attacco Sanna-Branicki. Parte decisa dell'Olbia già pericolosa al 1' con l'azione avviata da Mastinu per Cossu che si infila sulla corsia di sinistra e vede l'inserimento di Coloritti a centro-area, l'ex Cagliari lo serve ma il tiro del brasiliano è ribattuto da Boi. Risposta immediata dell'Arzachena 1' dopo con il tiro di Sanna dal limite dell'area ma Ciotti neutralizza in presa bassa. All'8, però, la gara si sblocca ed è merito dell'intuizione dell'ex Mastinu che riceve palla da Coloritti e di prima manda Molino solo davanti a Ruzittu superato con un tocco preciso di piatto destro. All'11' ancora l'Olbia si fa vedere con Geroni che verticalizza per Mastinu sul taglio dalla fascia destra, il mancino sassarese si accentra ma il tiro a giro è alto sulla traversa. L'Olbia gioca per cercare la quinta vittoria di fila mentre l'Arzachena per tornare al successo e alla zona playoff mettendola sul piano fisico con Branicki e sulla velocità di Sanna. Al 26' è proprio l'attaccante ex Savona a cerca la sortita con il tiro di sinistro dal limite dell'area con la palla appena alta sopra la traversa. Passa 1' e La Rosa impegna Ciotti con un tiro di collo destro ma al terzo tentativo in 3' arriva il pareggio con Sanna che si fionda sul lancio dalla trequarti di La Rosa e, in diagonale, fulmina Ciotti con un destro secco e potente. Il pareggio toglie certezza all'Olbia che si rivede al 38' quando Miceli, in area di rigore, riesce a far suo un pallone ma schiaccia troppo la palla e Ruzittu va in anticipo su Molino. Da applausi al 40' l'apertura a lunghissima gittata di Piredda a pescare in area Mastinu che controlla anticipando Castaldi e poi calcia in diagonale ma col destro e la palla finisce al lato. Il primo tempo si chiude con l'azione di Piredda sulla sinistra, che scambia bene con Mastinu e prova a superare Ruzittu chiamata alla parata in due tempi. Dagli spogliatoi non esce Illario e al suo posto c'è Galli Angeli. La ripresa si apre con l'occasione al 1' di Mastinu che non riesce a segnare il gol dell'ex in quello che è stato il suo stadio per diverse stagioni e perde il duello a tu per tu con Ruzittu bravo a neutralizzare il tiro. Insiste l'Olbia che attacca al 7' con la percussione di Cossu che vede l'inserimento di Cotali a sinitra, bel traversone dell'ex Primavera del Cagliari ma Molino tenta il controllo volante ma poi viene anticipato da Castaldi. I bianchi ci provano ancora con il solito Cossu che, spostatosi sulla sinistra fa une serie di finte prima di crossare verso Molino, Ruzittu è attento e smanaccia anticipando il capitano olbiese. Mignani vede stanco Molino e lo sostituisce con Caboni nella speranza di trovare ancora più verve in avanti. Ma tutto viene compromesso con il fallo di Piredda su Sanna punito dall'arbitro Turchet con il secondo cartellino giallo. L'Arzachena cerca di approfittare dell'uomo in più, al 27' Branicki prova il tiro dal limite dell'area piccola ma la palla non centra lo specchio di porta. Passano 2' è Ciotti salva l'Olbia uscendo sui piedi del polacco pronto alla battuta a rete, palla deviata in angolo. Mignani cerca maggior filtro a centrocampo togliendo al 34’ Mastinu per Gallo. Gli smeraldini premono e, al 36' vanno vicini al vantaggio con La Rosa il cui diagonale finisce di pochissimo al lato. Nel finale Giorico tenta la doppia carta Tozzi e Mulas per La Rosa e Oggiano ma al 45' i padroni di casa rischiano grosso con lo spunto in fascia destra di Coloritti che manda Pinna al cross per Gallo che manca la deviazione per un soffio. Il match si chiude con la sostituzione di Cossu con De Angeli al 45' e il tiro fuori misura di Branicki e la punizione di Brack alta sulla traversa. L'Olbia ferma la striscia di vittoria a quattro ma si prende un buon punto su un campo che ha visto cadere tutte le grandi del campionato. L'Arzachena resta ai limiti della zona playoff che cercherà di riconquistare in questo finale di campionato.

 

ARZACHENA: Ruzittu, Atzei, Castaldi, Bonacquisti, Brack, Boi, Illario (1’ st Galli Angeli), La Rosa (44’ st Tozzi), Sanna, Branicki, Oggiano (44’ st Mulas). A disp. Sordi, Rossi, Dedola, D'Alterio, Gambardella, Cavallaro. All. Mauro Giorico

OLBIA 1905: Ciotti, Pinna, Cotali, Geroni, Dametto, Miceli, Cossu (45' st De Angeli), Piredda, Coloritti, Molino (20’ st Caboni), Mastinu (34’ st Gallo). A disp. Van der Want, Cacciotti, Aloia, Steri, Malesa, Negrean. All. Michele Mignani

ARBITRO: Riccardo Turchet di Pordenone

RETI: 8’ pt Molino, 28’ pt Sanna.

NOTE: Espulso al 24' st Piredda. Ammoniti: Coloritti, Brack, Miceli. Recupero: 0' + 3'. Spettatori: 700 circa.

In questo articolo
Squadre:
Campionato:
Stagione:
2015/2016
Tags:
Sardegna
11 Ritorno
Girone G