Salta al contenuto principale
Danilo Bonacquisti, Antonello Zucchi, Arzachena
Il direttore Zucchi: «Per noi un pilastro fondamentale»

Bonacquisti, un traguardo importante: «Orgoglioso di aver toccato le 200 presenze con la maglia dell’Arzachena»

Da nove anni in Sardegna e all’Arzachena, da diverse stagioni capitano del club smeraldino che l'ha scelto come simbolo di serietà e caparbietà per raggiungere traguardi storici: dalla vittoria del campionato di serie D di due anni fa alla salvezza in Lega Pro dello scorso anno. Danilo Bonacquisti è sempre il perno dello spogliatoio biancoverde, il trascinatore di un gruppo che non molla mai anche nelle avversità. Lo scorso 24 febbraio, nella sfida contro il Cuneo, oltre a festeggiare i 32 anni ha anche raggiunto il ragguardevole traguardo delle 200 partite con la maglia dell’Arzachena. Nel pre-gara della vittoriosa sfida odierna contro la Pro Patria (leggi qui) è stato omaggiato dal club di Menio Fiorini con la maglia celebrativa consegnatagli dal direttore Antonello Zucchi (nella foto a destra).

«A livello personale - dice il centrocampista di Ferentino - sono molto orgoglioso di aver toccato le 200 presenze con la maglia dell’Arzachena. Ringrazio la società per il riconoscimento ricevuto e la squadra per avermi regalato questa vittoria in un giorno così speciale». Il direttore Zucchi non manca di elogiare il capitano: «Ogni anno rappresenta un pilastro fondamentale da cui ripartire, da arzachenese è un onore avergli consegnato questa maglia celebrativa».

In questo articolo
Squadre:
Giocatori:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2018/2019