Salta al contenuto principale
Marco Piras, allenatore, Guspini Terralba
«Dopo Sorso avremo 5 spareggi, il bello deve ancora venire»

Guspini, primo ko per Marco Piras: «Perdere a Castiadas ci sta ma non così. La prestazione è stata ottima, possiamo giocarci alla grande le carte-salvezza»

Il Guspini Terralba arresta la sua bella striscia positiva, dopo tre vittorie di fila e il pareggio all'esordio in panchina di Marco Piras con la Ferrini arriva la sconfitta sul campo del Castiadas, capolista imbattuta del torneo dopo 18 giornate e in fuga verso il traguardo serie D avendo 9 e 10 punti sul terzetto di squadre inseguitrici. Il tecnico dei mediocampidanesi non digerisce i due gol subiti che hanno determinato la sconfitta (la cronaca della gara) in mezzo ai quali c'è stato il rigore del possibile 1-1 che Marci si è fatto parare dal portiere dei sarrabesi: «Alla fine metti anche in preventivo di perdere a Castiadas ma avrei preferito farlo in modo diverso. Sul primo gol mi dicono che il fuorigioco di Mesina era di almeno 4 metri e questo mi fa ancora più rabbia, sul secondo c'era un fallo all'altezza della nostra panchina. Il Castiadas non ha bisogno di regali per vincere il campionato, sono già di per sé forti. Il rigore sbagliato? Ci sta ma abbiamo creato 6-7 palle-gol clamorose e credo che nessun altra squadra abbia creato così tanto in casa della capolista. Perciò non posso rimproverare nulla ai miei giocatori, ci teniamo la prestazione che è stata ottima. I punti dobbiamo farli in altri campi ma, vista la bella prestazione dei miei ragazzi, potevamo farli anche a Castiadas. Si riparte consapevoli che possiamo giocarci alla grande le carte-salvezza».

Domenica a Terralba arriva il Sorso, vice-capolista, poi una mini-serie di partite con avversarie alla portata dei biancorossi: Orrolese, Monastir e Calangianus in trasferta, Tonara e Ghilarza in casa. «Dopo la gara col Sorso - evidenzia Piras - abbiamo cinque spareggi, il nostro campionato non dico che si deciderà lì ma di sicuro ci giochiamo una bella fetta di salvezza. Un mese eravamo ultimi e quasi retrocessi, adesso abbiamo possibilità di salvarci e già questo è un successo. Tenendo la media delle 5 partite finora fatte si dovrebbe ottenere la salvezza ma sappiamo che il bello deve ancora venire e dobbiamo farci trovare pronti per il bello».

In questo articolo
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2017/2018
Tags:
3 Ritorno