Salta al contenuto principale
Il Lanusei in vena di sprechi, Delrio si fa parare nel recupero il rigore della vittoria contro l'Ostiamare
Ogliastrini al rallenty, niente bis dopo Budoni

Il Lanusei in vena di sprechi, Delrio si fa parare nel recupero il rigore della vittoria contro l'Ostiamare

Fallisce il bis di vittorie per il Lanusei che, dopo il blitz a Budoni, getta alle ortiche la grande chance di battere anche l'Ostiamare e rispondere così alla vittoria del Muravera che sembra avvantaggiarsi in questo sprint per la salvezza diretta. Il rammarico degli ogliastrini sta principalmente nel recupero quando Delrio si è fatto parare il calcio di rigore che avrebbe regalato tre punti d'oro alla squadra di Francesco Loi ora avanti al Budoni e ancora al Castiadas ma con all'orizzonte l'importantissimo scontro diretto col San Cesareo risceso al penultimo posto dopo la vittoria del Cynthia. Nella parte finale della gara, in casa biancorossoverde non ha prodotto gli effetti sperati il triplice cambio, specialmente quello di Cardia, sino a quel momento unico capace di pungere la difesa lidense. I viola di Chiappara ottengono il punto che mancava per l'aritmetica salvezza dopo aver veleggiato in testa alla classifica nella prima parte di stagione. 

 

La rabbia di Mirko Delrio, ha fallito il rigore-vittoriaLa gara. Il Lanusei ha l'obbligo di vincere, l'Ostia la tranquillità di chi è prossimo al traguardo salvezza. Il primo tentativo è di Figos ma la conclusione dal limite dell'area è debole. Risponde all'8' il gigante Vano che, su angolo di Massella, manda di poco fuori la palla con un colpo di testa. Passa 1' e Massella chiama Maurizio Floris al difficile intervento con un bel fendente da circa venti metri. Gli ogliastrini ci provano all'11' con la punizione di Angheleddu deviata in angolo. Pericoloso ancora l'Ostia al 13' quando D'Astolfo di testa va a lambire il palo alla destra di Floris. Il Lanusei cerca di colpire su palla inattiva con lo specialista Angheleddu che al 28' centro in pieno il palo su perfetto calcio piazzato. Passano 10' e anche Gisonni per poco non porta avanti gli ogliastrini, così come al 40' Cardia, di testa, che sfiora il palo. La gara non decolla nemmeno nella ripresa, all'8' Quattrotto si butta sui piedi di Venneri e salva, poi Chiappara aggiusta un po' le cose togliendo prima Piro e oiu De Nicolò per Succi e Ferrari. Coi ritmi bassi rischia il Lanusei al 23', Maurizio Floris deve superarsi per neutralizzare la conclusione ravvicinata di Maestrelli. Scollinata la mezzora triplo cambio per mister Loi che in un sol colpo sostituisce Cardia, Angheleddu ­e Gisonni con Ladu, Delrio ­e Pistis. L'elettroshock alla squadra non funziona però arriva ugualmente la chance più importante per portare a casa la vittoria. Nel recuper Angeletti tocca col braccio la palla crossata da Ladu, per l'arbitro Repace è calcio di rigore, Angheleddu è stato sostituito e della battuta si incarica Delrio, tiro incrociato alla destra di Quattrotto che con un balzo felino blocca in due tempi. Svanisce così la più grande possibilità di bissare il successo di Budoni, i tre punti avrebbero dato un segnale importante alle avversarie. Gli ultimi 270' saranno sempre di sofferenza.

Andrea Deplano

LANUSEI: Maurizio Floris, Piras, Aramu, Bonu, Cocco, Venneri, Gisonni (31' st Pistis), Masia, Figos, Angheleddu (31' st Delrio), Cardia (31' st Ladu). A disp. Spanedda, Sedilesu, Caredda, Lai, Pili, Mattia Floris. All. Francesco Loi.

OSTIAMARE: Quattrotto, Mastrantonio, Angeletti, De Nicolò (18' st Ferrari), Catese (30' st Ramacci), Piroli, Piro (9' st Succi), D'Astolfo, Vano, Massella, Maestrelli. A disp. Barrago, Macellari, Conti, Rondoni, Fraschetti, D'Antoni. All. Roberto Chiappara.

ARBITRO: Giuseppe Repace di Perugia

NOTE: Ammoniti: Cocco, Pistis, Quattrotto, Angeletti, Catese, D'Astolfo, Vano. Angoli: 7-7. Recupero: 0' + 3'. Spettatori: 300 circa. Al 46' st Quattrotto para un calcio di rigore a Delrio.

In questo articolo
Squadre:
Campionato:
Stagione:
2015/2016
Tags:
Sardegna
14 Ritorno
Girone G