Salta al contenuto principale
Lorenzo Atzori, centrocampista, Arbus
Alla 1ª spetterà 9mila euro, 6mila alla 2ª e 3,5mila alla 3ª

La Lnd raddoppia l'investimento per premiare le società di Eccellenza e Promozione che utilizzano più giovani oltre quelli obbligatori

La Lega Nazionale Dilettanti non lascia ma raddoppia la cifra di investimento nell'ambito del progetto di valorizzazione dei giovani dei campionati regionali di Eccellenza e Promozione per la stagione sportiva 2019/20 mettendo a disposizione dei club dilettantistici oltre un milione e mezzo di euro. Questo perché il bonus destinato alle società più virtuose dei due principali campionati regionali, rispetto a quello stanziato appena otto mesi fa, non si limiterà a premiare le sole vincitrici di ciascun campionato (in Sardegna l'Arbus fu primo in Eccellenza e Monteponi e Usinese in Promozione) bensì alle prime tre classificate nell'apposita graduatoria, raddoppiando di fatto i fondi stanziati a tale iniziativa e ampliando il beneficio a molte più società. Perciò gli importi che saranno riconosciuti ai club primi classificati nelle specifiche graduatorie saranno di: 9mila euro per la prima classificata, 6mila euro per la seconda classificata e 3,5mila euro per la terza classificata sia in Eccellenza che per la Promozione. 

 

Possono concorrere al premio le società che avranno impiegato un numero maggiore di “giovani calciatori” in aggiunta a quelli già previsti dagli obblighi di ciascun Comitato Regionale, compresi anche quelli eventualmente eccedenti il numero minimo stabilito dalla LND e che prevede l'impiego di due calciatori, di cui uno nato dall’1/1/2000 in poi e uno nato dall’1/1/2001 in poi. Per il calcolo del premio non si terrà quindi conto dell’impiego di calciatori appartenenti a fasce di età superiori, anche nel caso in cui i Comitati Regionali le avessero previste nell’obbligatorietà della stagione sportiva 2018/19. Siccome in Sardegna il terzo fuoriquota è quello nato dall’1/1/1999, l'utilizzo di quest'ultimo non genererà punti per le singole squadre di Eccellenza e Promozione. (nella foto Lorenzo Atzori, centrocampista classe 2000 dell'Arbus vincitrice del primo premio in Eccellenza)

 

I premi di 9mila per il primo, 6mila per il secondo e 3,5mila per il terzo, sia in Eccellenza che in Promozione, saranno corrisposti in base ai criteri fissati nel regolamento che può essere così riassunto:

- il fuoriquota classe '99 non genera punti; 

- i punti variano a seconda che il giovane sia impiegato per almeno 30' (1 punto), tutto il primo tempo (3 punti), almeno 60' (4 punti) o tutta la gara (6 punti);

- i giovani, dalla classe 2000 in giù sia comunitari che extracomunitari, che generano punti devono essere impiegati in un numero eccedente quelli previsti dalla obbligatorietà (va da sé che una società che utilizza in Sardegna un ragazzo più giovane del '99 come terzo fuoriquota inizia già ad accumulare punti);

- non saranno conteggiati i giovani in prestito dai club professionistici e i calciatori che, pur rientrando nelle annualità relative all’impiego dei “giovani” (i 2000 e i 2001), siano subentrati nel corso di ogni gara o che siano stati espulsi dall’Arbitro durante il periodo del loro impiego in gara.

- i punti vengono conteggiati per le gare giocate dalla 1ª giornata del girone di andata fino alla quart'ultima, perciò non contano le ultime tre gare della regular season e quelle di spareggio, playout e playoff;

- alle società che nell'attuale stagione svolgono l’attività giovanile nelle categorie Allievi e Giovanissimi (indipendentemente se Regionale o Provinciale) verrà riconosciuto un bonus pari al 20% in più dei punti totalizzati;

- non avranno diritto al premio le Società che non partecipano al campionato Juniores nella stagione 2019/20 o che al termine della stessa siano retrocesse dall'Eccellenza e dalla Promozione. 

 

Il premio riconosciuto alle società prime tre classificate nelle graduatorie generate per l'utilizzo dei giovani (in Eccellenza e Promozione) sarà corrisposto entro il 31 dicembre 2020 a patto che le stesse società risultino regolarmente iscritte al campionato di competenza. In caso di parità in graduatoria tra due o più squadre, acquisirà il diritto quella meglio classificata nella Coppa Disciplina. Il monitoraggio delle gare ed il controllo dell'utilizzo dei giovani sarà a cura dei singoli Comitati Regionali che poi provvederanno a rendere noti i risultati provvisori delle classifiche.

 

In questo articolo
Squadre:
Campionato:
Stagione:
2019/2020