Salta al contenuto principale
Francesco Loi, allenatore, Muravera
«Con Sorso e Nuorese ci sarà equilibrio fino alla fine»

Muravera tra campionato e Coppa: «Con la Ferrini un buon punto, a Samassi cercheremo di guadagnarci la finale»

Sfuma nel finale di gara la sesta vittoria di fila per il Muravera, fermato dalla Ferrini sul 2-2 con una rete di Sigismondo dopo che Meloni e Nieddu avevano ribaltato l'iniziale svantaggio di Mainas. Il rammarico per la capolista c'è ma il tecnico Francesco Loi sa apprezzare il punto ottenuto contro i cagliaritani di Seba Pinna che già avevano fermato la Nuorese in trasferta: «Un risultato abbastanza giusto per quello che si è visto in campo, rispetto ad altre volte siamo stati meno brillanti in fase offensive creando meno palle-gol. Abbiamo sofferto il vento, ma non può essere una scusante perché c'era anche per la Ferrini. Partite così ne dovremo affrontare tante da qui alla fine e dobbiamo essere più bravi e freddi a portare a casa il risultato anche quando non si riesce ad esprimere un gioco spumeggiante. Siamo andati sotto sul tiro della domenica, bravi a ribaltarla e la vittoria sarebbe stato un gran risultato ma il pareggio non è da buttar via perché i punti bisogna pesarli tutti e fuori casa sono sempre importanti. Loro hanno venduto cara la pelle come è giusto che sia per chi ha l'obiettivo della salvezza. Dispiace aver preso gol a tempo quasi scaduto e su un episodio fortunoso ma il calcio è così, se non hai la bravura di chiudere le partite quando hai le occasioni giuste il risultato può sempre cambiare finché l'arbitro non fischia».

 

I sarrabesi hanno un punto di vantaggio sul Sorso, che aveva riposato una settimana prima, e due sulla Nuorese che ha ripreso a vincere dopo 5 turni: «Vedo due squadre costruite per vincere come Sorso e Nuorese, che si giocheranno il primo posto con noi che siamo stati costruiti con lo stesso obiettivo. Ogni domenica ci sono situazioni diverse, il Sorso ha una gara in meno ma ci sono gli scontri diretti da giocare e fare calcoli sulla classifica adesso ha poco senso. Bisogna vedere come arriveremo tutt'e tre alle ultime giornate per capire chi sarà realmente avvantaggiato, per ora c'è un equilibrio costante con dei ribaltamenti in testa da una domenica all'altra e non ci sarà da potersi rilassare un attimo, bello così, è un campionato avvincente ed uno spettacolo per il calcio dilettantistico».

 

Mercoledì il Muravera insegue la finale di Coppa Italia partendo dall'1-1 in casa: «Siamo costretti alla vittoria fino ad un certo punto, il nostro problema è quello di far gol ma, tranne poche volte, li abbiamo sempre fatti. Il Samassi sta molto bene, è una squadra che ha fatto un mercato molto importante a dicembre, si è riequilibrata e rinforzata, ci terranno tantissimo ad arrivare in finale almeno quanto noi, sarà una bella partita aperta a qualsiasi risultato perché si affrontano due squadre con dei valori di squadra ed individuali importanti. Cercheremo di creare loro più problemi possibili e di guadagnarci la finale».

In questo articolo
Squadre:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2018/2019