Salta al contenuto principale
ulassai valentino porcu
«Salvezza prima possibile, a quota 34-35 ci sarà»

L'Ulassai corre forte, Porcu: «A ritmo delle prime della classe, nel ritorno saremo ad altissimi livelli»

L'Ulassai continua a correre come un treno e mette le mani sul successo numero sei in stagione, grazie al pesantissimo 1 a 0 rifilato a domicilio ad un avversario diretto nella corsa alla salvezza come il Tertenia, per la terza vittoria in questo primo scorcio di girone di ritorno, con il 4 a 3 inflitto al Cannonau di Jerzu che, al momento, rappresenta uno degli apici più alti raggiunti dai ragazzi guidati da mister Valentino Porcu, che tra l'altro offre il suo contributo anche in campo. Ora il calendario riserva altri due impegni da prendere con le molle perché in palio ci saranno punti pesantissimi per il proseguo della stagione e soprattutto, è ovvio, per il raggiungimento degli obiettivi fissati in estate dal club ogliastrino: si parte con il match interno contro la Frassinetti Elmas, staccata in classifica di quattro lunghezze, per poi ripartire, dopo la sosta in programma il 23 febbraio, con la trasferta di Gerrei, la prima domenica di marzo.

«Quella di domenica è stata una partita molto, molto dura — dichiara Valentino Porcu — probabilmente per quanto fatto vedere in campo dalle due squadre il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, considerando che per lunghi tratti il Tertenia ci ha messo in grandissima difficoltà. Noi eravamo un po' rimaneggiati, ma per fortuna siamo riusciti a spuntarla: loro volevano vincere per forza e nel finale hanno tentato il tutto per tutto, sono soddisfattissimo per come sono andate le cose».

Il girone di ritorno sta già regalando diverse gioie: la vittoria in casa dello Jerzu, in questo senso, è uno dei momenti più esaltanti.
«Effettivamente stiamo correndo molto forte, mantenendo un ritmo da prima della classe. Siamo convintissimi di poter fare una seconda parte di stagione ad altissimi livelli, durante le feste ci siamo allenati duramente e abbiamo intenzione di continuare così sino alla fine dell'anno. Il nostro obiettivo, ovviamente, non può che essere quello della salvezza: io sono piuttosto fiducioso, cercheremo di chiudere il discorso il prima possibile, magari continuando a migliorare, senza mollare nemmeno di un centimetro: questa è la mia mentalità, almeno, ed è quello che cerco di trasmettere agli altri ragazzi».
Il calendario ora riserva la sfida casalinga contro la Frassinetti: in palio tre punti importantissimi.
«Una partita da non sbagliare: per come si sono messe le cose, sarà fondamentale non perdere; ovviamente faremo di tutto per strappare il bottino pieno ma di fronte ci troveremo un avversario quadrato». All'andata finì in parità, per 2 a 2. «Un match bello e tirato, che ci ha insegnato molto; del resto, c'è sempre da imparare, domenica dopo domenica. Li conosciamo bene, è sicuramente un impegno alla nostra portata ma risulteranno determinanti i singoli episodi».
Porcu traccia la rotta: «Per me la quota salvezza sarà intorno ai 34-35 punti, soprattutto se si vogliono evitare i play-out; poi dipenderà molto da quello che succede questo mese, staremo a vedere se le ultime tre riusciranno a smuovere la classifica».

Domenica l'Ulassai è riuscito a mantenere la propria porta imbattuta, una cosa che non succedeva dal lontanissimo 13 ottobre, in occasione del pari a reti bianche raccolto nella tana del Cus Cagliari. «Siamo un po' instabili in questo senso (ride); spesso abbiamo pagato a caro prezzo alcune assenze pesanti, altrettanto spesso l'inesperienza dei ragazzi più giovani. Certo che ogni tanto, comunque, fa piacere non incassare nemmeno un gol».

I rosso-blu stanno mostrando caratteristiche importanti, soprattutto sul piano caratteriale.
«Siamo una squadra che non molla mai, nonostante le difficoltà riusciamo spesso e volentieri a rimanere in partita sino al 90': mi piace quando i ragazzi riescono a rispecchiare la mia attitudine».
In avanti, da un punto di vista realizzativo, le cose stanno andando piuttosto bene.
«Troviamo la via del gol con tanti giocatori, una cosa molto positiva. Saverio Cannas, pur essendo un centrocampista, è uno di quelli che sta segnando di più, assieme al nostro capocannoniere Puddu».
Anche i giovani continuano a mandare segnali incoraggianti.
«Lavorano bene, con grandissima serietà, anche se sono tra i più piccoli della categoria: ho a disposizione diversi classe '2003 piuttosto interessanti, ora però devono pensare a rimanere umili e concentrarsi nel lavoro. Io del resto, per carattere, non mi accontento mai: a fine anno si tireranno le somme».

Si chiude, doverosamente, con un pronostico sulla vittoria del campionato.
«Per me la spunta il Villasimius, ma ad una condizione: che non sia costretto a giocarsi il campionato nello scontro diretto a Cagliari, perchè a quel punto, sul campo in terra, l'Atletico se la giocherebbe ad armi pari e potrebbero esserci delle sorprese in questo senso».
L'Ulassai deve ancora affrontare entrambe le candidate principali al salto.
«Se devo essere sincero, però, credo che l'unica squadra che possa davvero mettere i bastoni tra le ruote alle prime due della classe sia il Vecchio Borgo Sant'Elia».

In questo articolo
Squadre:
Allenatori:
Campionato:
Stagione:
2019/2020
Tags:
Prima Categoria
Girone A